Login

S.S. 125 ORIENTALE SARDA

Autore: | Categoria: Ponti, Ponti in cap

COMMITTENTE
ANAS Compartimento di Cagliari

DESCRIZIONE DELL’OPERA

VIADOTTO LOI
Il viadotto presenta una larghezza complessiva di 13,60 mt, di cui 10,50 m di carreggiata utile e due marciapiedi di 1,55 mt ciascuno; esso è costituito da 2 campate terminali di luce 32,15 mt e 9 campate interne di luce 32,90 mt, per una lunghezza totale di 360,40 mt misurata in asse appoggi.
Il viadotto è suddiviso in due tratti separati tra loro da un giunto di dilatazione posto in corrispondenza della pila 6. Ciascun tratto del ponte è indipendente dagli altri e viene schematizzato come “catena cinematica”, in cui la trasmissione delle azioni orizzontali longitudinali attraverso la soletta in c.a. è garantita da barre in acciaio annegate all’interno della stessa.
Rispettivamente:
Tratto “A”, da Spalla “A” alla Pila 6, per una lunghezza in asse appoggi di 196,65 mt; 1 campata laterale da 32,15 mt e 5 campate interne da 32,90 mt;
Tratto “B”, da Pila 6 a Spalla “B” per una lunghezza in asse appoggi di 163,65 mt; 1 campata laterale da 32,15 mt e 4 campate interne da 32,90 mt.

VIADOTTO SA RUINOSA
Il viadotto presenta una larghezza complessiva di 13,60 mt, di cui 10,50 m di carreggiata utile e due marciapiedi di 1,55 mt ciascuno; esso è costituito da 2 campate terminali di luce 32,15 mt e 13 campate interne di luce 32,90 mt, per una lunghezza totale di 492,00 mt misurata in asse appoggi.
Il viadotto è suddiviso in due tratti separati tra loro da un giunto di dilatazione  posto in corrispondenza della pila 8; giunti di dilatazione sono presenti anche in corrispondenza delle spalle, le quali non costituiscono perciò vincolo fisso, bensì semplice appoggio per le campate di estremità. Ciascun tratto del ponte è indipendente dagli altri e viene schematizzato come “catena cinematica”, in cui la trasmissione delle azioni orizzontali longitudinali attraverso la soletta in c.a. è garantita da barre in acciaio annegate all’interno della stessa.
Rispettivamente:
Tratto “A”, da Spalla “A” alla Pila 8, per una lunghezza in asse appoggi di 262,45 mt; 1 campata laterale da 32,15 mt e 7 campate interne da 32,90 mt;
Tratto “B”, da Pila 8 a Spalla “B” per una lunghezza in asse appoggi di 229,55 mt; 1 campata laterale da 32,15 mt e 6 campate interne da 32,90 mt.
Gli appoggi sono di due tipi:
perfetti, così da fornire come unica reazione orizzontale la forza di attrito degli appoggi stessi (vincoli attritivi puri);
elasticamente cedevoli, in grado cioè di fornire una reazione elastica orizzontale longitudinale a costituire unico ritegno alle forze orizzontali esterne. Le forze orizzontali che si sviluppano internamente per stati di coazione sono autoequilibrate per simmetria geometrica e di rigidezze; le molle sono infatti distribuite sugli appoggi di più pile, in modo da far pressoché coincidere il baricentro geometrico con il baricentro delle rigidezze.

Per entrambi i viadotti:
L’impalcato è realizzato con quattro travi prefabbricate aventi forma a V in c.a.p. a fili aderenti e soletta di completamento gettata in opera. Tali travi hanno un’altezza di 180 cm, mentre la soletta ha uno spessore medio di 25 cm. Le travi sono appoggiate su appositi apparecchi d’appoggio posti a loro volta su baggioli in c.a. a  pianta quadrata.
Le sottostrutture sono formate dalle spalle laterali e dalle pile, che costituiscono gli appoggi di continuità dell’impalcato; ciascuna luce di impalcato è semplicemente appoggiata agli estremi e trasversalmente vincolata dal sistema di appoggi.
Le pile si presentano a sezione cava e spessore delle pareti costante e con gli estremi laterali a sezione circolare piena; esse sono suddivise in due tipologia a seconda dell’altezza del fusto e delle dimensioni della fondazione.
La spalle sono del tipo massiccio con muri andatori e muro frontale senza setti irrigidenti.
Le fondazioni sono del tipo diretto in cui il solettone di base scarica direttamente i carichi sul terreno; per tale terreno è previsto un intervento di “cucitura” tramite l’infissione di barre in acciaio ancorate poi alle fondazioni, in modo da raggiungere uno strato roccioso presente poco al di sotto della superficie esistente.

IMPORTO DELLE STRUTTURE: € 3.500.000

IMPRESA: Cavalleri Ottavio S.p.A. – Dal mine (BG)

ANNO DI COSTRUZIONE: 2002-2005

PRESTAZIONI SVOLTE: Progetto costruttivo e assistenza all’esecuzione