Login

NUOVO PONTE SUL PO A CREMONA

Autore: | Categoria: Ponti ad arco via inferiore

COMMITTENTE
AUTOSTRADE CENTROPADANE

DESCRIZIONE

Trattasi del progetto definitivo di un ponte stradale che permetta l’attraversamento del fiume Po, all’interno del programma di intervento sulla viabilità in corrispondenza del nuovo casello di Castelvetro (raccordo autostradale con la s.s. 10 “Padana inferiore” e completamento della bretella autostradale tra la s.s. 10 “Padana inferiore” e la s.s. 234).

L’opera in questione è costituita da una sola campata di luce200 metri; il piano stradale prevede tre corsie per senso di marcia (2 corsie di marcia di larghezza3,75 metri, più la corsia d’emergenza di3,50 metri). L’impalcato raggiunge una larghezza complessiva di28,60 metri.

La struttura è composta dai seguenti elementi principali:

Impalcato metallico: l’impalcato è costituito da una piastra ortotropa in metallo, da traversi ad interasse5,00 m e da 4 travi longitudinali. La statica principale è quella trasversale; in effetti l’impalcato può essere visto come una serie di traversi ad interasse di 5,00 sostenuti dai pendini ancorati all’arco, e collegati longitudinalmente da 4 travi di altezza variabile da 2,40 e 2,55 mt circa. I traversi presentano un andamento ad altezza variabile, con il punto di minimo sugli sbalzi laterali ed il massimo in mezzeria, in modo tale da seguire l’andamento imposto delle carreggiate stradali.

Archi in acciaio. Ciascun arco è composto da un profilo bicellulare a cassone irrigidito sia longitudinalmente che trasversalmente in corrispondenza dei pendini, di larghezza fissa pari a3,40 m ed altezza di sezione variabile da7,40 m a4,40 m in chiave. Per la completezza dello sviluppo, ad eccezione delle zone periferiche e prossime all’incastro, i due archi sono collegati da una serie di calastrellature. La struttura presenta una geometria ad arco a doppia curvatura: una verticale tipica delle strutture ad arco ed una fuori piano.

Basamenti dell’arco. Sono realizzati in conglomerato cementizio armato e raccolgono la struttura metallica dell’arco. Hanno forma ellissoidale con sezione variabile lungo lo sviluppo in altezza: alla base dello spiccato ha larghezza 4,00 mt e lunghezza 21,00 mt, mentre all’incastro con l’arco metallico la lunghezza si riduce a 10,15 mt. In prossimità dell’appoggio dell’impalcato sono uniti tramite un traversone di altezza 5,00 mt precompresso, altezza fino a cui la sezione è caratterizzata da uno sperone di rinforzo trasversale all’ellisse principale avente larghezza di3,90 m.

Fondazioni. Sono realizzate in conglomerato cementizio e presentano una sezione longitudinale di forma a trapezio con altezza variabile da 5,50 mt in corrispondenza dell’incastro con i basamenti e si rastremano a 2,50 mt. La forma della base dei plinti, in numero pari agli archi in conglomerato cementizio, è differente tra le due pile che delimitano il ponte: la pila15 ha plinti di base rettangolare di dimensioni 42,00 x 24,00 mt, mentre la pila14 ha base di tipo ellissoidale con assi principali pari a 53,00 e 28,00 mt. I plinti così realizzati si attestano su pali di grande diametro F2000 mm.

 

ANNO DI PROGETTAZIONE: 2010-2012

 

PRESTAZIONI SVOLTE: Progetto definitivo.